Archives

La “Grande Madre” di Salvatore Rizzuti

Una figura possente e misteriosa accoglie lo spettatore presso il suggestivo spazio del Teatro Andromeda a Santo Stefano Quisquina (Agrigento).
Si tratta della “Grande Madre” dell’artista Salvatore Rizzuti, uno dei maggiori scultori siciliani viventi.
L’opera trova nel bellissimo teatro, creato da Lorenzo Reina, la sua collocazione ottimale. L’architettura si ispira infatti a una presunta estetica pre-greca o, […]

Salvatore Rizzuti o, se preferite, Totò Rizzuti

Salvatore Rizzuti è Totò Rizzuti. A Caltabellotta tutti lo chiamiamo così, con un certo compiacimento che sottolinea l’affetto per l’uomo e la stima per l’artista. È gratificante poter chiamare il prof. Rizzuti, docente accademico, illustre scultore, con l’intimità che solitamente si riserva agli amici. È una confidenza, tra l’altro corrisposta, che tradisce un certo orgoglio e perfino un po’ […]

Emozioni

Innanzi tutto l’emozione. Soltanto dopo la comprensione.
Un celebre filosofo greco sosteneva che artista è colui il quale svela “i disegni irrealizzati della natura”. In maniera più articolata si può anche affermare che artista è chi sa dare forma, espressione e sostanza, a un pezzo di legno, alla nuda pietra, a una manciata d’argilla, a un blocco di marmo, […]

L’arte di Salvatore Rizzuti, occasione di rigenerazione culturale e di sviluppo

La donazione al Museo Civico di Caltabellotta di un fondo di ben trentatré opere scultoree e plastico-figurative (più Vespro siciliano, già donato nel dicembre 2010) dell’artista Salvatore Rizzuti, costituisce il fatto e la premessa di un lungo discorso che non potrà concentrarsi nella densità della cerimonia dell’ostensione espositiva né, a maggior ragione, potrà esaurirvisi, ma che dovrà svolgersi e […]

Lucerna e specchio

Un gesto d’amore rifonda il Museo Civico di Caltabellotta. Uno straordinario atto di generosità ne modifica l’impianto, gli conferisce la cifra prevalente, ne fa, in modo più compiuto che negli anni passati, uno spazio d’arte, di cultura e di bellezza e ne facilita l’incontro spiazzante e catartico con il visitatore.
Il dono che Salvatore Rizzuti porta alla nostra comunità è […]

Modellare il silenzio

Il suo destino matura mentre pascola le pecore. Salvatore Rizzuti è tra i più rappresentativi scultori siciliani
Rizzuti nasce nel 1949 a Caltabellotta dove, sino a 18 anni, trascorre il tempo nella solitudine della campagna, accudendo alla fattoria del padre.
Ne soffre e si ribella. La sua fortuna è un viaggio a Palermo. 
… Anno cruciale è il […]

Salvatore Rizzuti

Nel mondo occidentale la ricerca del senso del proprio essere è forse affidata prevalentemente ad una tormentata ed affannosa corsa contro la morte, inesorabile e impietosa compagna di cui si sente continuamente la presenza, l’alito, a cui si sa di dover cedere il passo senza possibilità di salvezza. Ogni uomo porta dentro di sé, più […]

L’archetipo della donna nelle sculture

Analizzare l’opera di Rizzuti sotto l’aspetto della psicologia del profondo implica far emergere le componenti essenziali dell’arte come momento di unione della individualità dell’artista e la sua creatività, quale incarnazione di miti e sogni che rivestono di tensione le forme scultoree.
Il contrasto tra l’esterno e l’interno nell’uomo si riflette nella ricerca di un rapporto tra […]

Catalogo della personale alla Galleria “Viotti” di Torino

Un positivo apporto alle sorti della scultura italiana contemporanea, anche nei momenti gravati da pessimistiche previsioni, non è mai mancato da parte degli artisti siciliani: dalla generazione di Franchina e di Cappello, di Mazzullo e di Greco, a quella di Consagra e di Attardi, sino a quella maturatasi negli anni ’50 e ’60. la certezza […]

Rizzuti: forme sensitive

La Tavolozza, via Libertà 39, fino al 12 marzo
Molte persone sono cieche alla forma, lo sapeva Henry Monroe quando raccomandava di “imparare a sentire la forma semplicemente come forma”. E forse la stessa cosa intendeva Arturo martini affermando che “La scultura non è metafora, è una piccola esaltazione”. Far correre il pensiero, giocare coi traslati […]

Modellare il legno con amore viscerale

Salvatore Rizzuti all’”Arte Club”
S’è inaugurata presso la galleria “Arte Club” di piazza Grenoble una personale dello scultore palermitano Salvatore Rizzuti, docente presso la cattedra di Scultura dell’Accademia di Belle Arti di Palermo. Rizzuti, ancora molto giovane, si presenta con un folto gruppo di opere di vario formato e di varia ispirazione, unite dal comune denominatore […]

Un gregge di forme

Personaggi
Salvatore Rizzuti
Secondo Leonardo Sciascia sulle sue opere spira il genio della scultura.
Bruno Caruso gli attribuisce un raffinato gusto romantico.
Eppure fino a pochi anni fa quest’uomo faceva il pastore. Chiediamogli come scoprì di essere un artista vivendo nelle grotte e nei pagliai.
Non sapremmo dire se sia come nella leggenda di Giotto, ma di certo è come […]

Facce di un pastore errante in Sicilia

Pascolava il gregge nella campagna vicino a Sciacca. Per ammazzare il tempo scavava figure e volti umani nella radica d’olivo. Un talento naturale. Dalle opere dello scultore siciliano traspare tutto il candore di un artista cresciuto in solitudine, lontano da mode e sperimentalismi.
I miti ancora si inverano: Salvatore Rizzuti pascolava le pecore nella campagna di […]

Catalogo della personale alla Galleria “La Tavolozza” di Palermo

Una presentazione: per quel che vale! O per quel che ha perso di valore nell’uso corrente delle artistiche attività, e che riguarda ormai soltanto la routine delle mostre, delle gallerie, dei critici, degli artisti e del pubblico (perché no!), che, oggigiorno, per l’uso indiscriminato e per l’abuso che se n’è fatto, è diventata poca e povera cosa, […]

Introduzione al catalogo della prima personale al Circolo “Omnia” di Marineo

Nascere a Caltabellotta nel 1949, e forse ancora oggi, può significare nascere fuori dal mondo in una dimensione arcaica e remota come le antiche querce che diedero il nome al paese che prima si chiamava Triocala.
Fino all’età di diciotto anni Totò è vissuto tra le cose di paese e quelle in campagna nella gran montagna […]