Commemorazione sabato a Scillato

Cade sabato prossimo il terzo anniversario della uccisione del giudice Cesare Terranova e del maresciallo Lenin Mancuso, assassinati a Palermo il 25 settembre 1979 (il 9 novembre a Reggio Calabria, sarà processato Luciano Liggio come mandante dell’omicidio). L’evento sarà commemorato a Scillato con l’inaugurazione alle 10,30 di una effige bronzea del magistrato vittima della mafia su una stele di pietra, opera dello scultore Salvatore Rizzuti. L’iniziativa è di un comitato promozionale di onoranze in memoria di Cesare Terranova presieduto da Leonardo Sciascia, del quale fanno parte vari comuni delle Madonie, fra cui quello di Scillato dove Terranova usava trascorrere in piena quiete i suoi riposi.
In occasione di questo terzo anniversario, è stato pubblicato un volume di scritti e ricordi in memoria di Cesare Terranova. “Avere chiaro il significato della morte di Cesare Terranova e Lenin Mancuso vilmente assassinato da mano mafiosa – si legge nella presentazione – è la ragione di questo libro voluto dalla moglie del magistrato e da alcuni suoi amici ed estimatori. fare memoria è necessario perché si esca dal sonno, dal torpore, dalla mitridatizzazione”.
Tratti dal libro, pubblichiamo qui accanto il ricordo del capo dello Stato, Sandro Pertini, e la prefazione di Leonardo Sciascia, scritta pochi giorni prima dell’uccisione del generale Dalla Chiesa.

Leggi l’articolo in .pdf

Condividi
Newsletter

Newsletter


Iscriviti alla newsletter per ricevere informazioni sull'attività di Salvatore Rizzuti